La Contabile s.n.c.

E’ tempo di dichiarazione dei redditi

AFFRETTATI E PRENOTA UN APPUNTAMENTO DIRETTAMENTE DAL SITO…

MODELLO 730 PER I CONTRIBUENTI

È il modello necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi per i dipendenti e per i pensionati.

Deve essere presentato a partire dal mese di marzo e fino al 20/06/2012 presso il nostro centro CAF, previo appuntamento telefonico al n. 0554633343 oppure direttamente da questo sito. L’assistenza fiscale è gratuita. Il modello può essere consegnato già compilato presso i nostri uffici, oppure può esserne richiesta la compilazione a partire da € 40,00 con la sicurezza di non sbagliare!

Rispetto al modello UNICO  è facilmente compilabile, permette ai coniugi di presentare una dichiarazione congiunta (con il vantaggio di compensare gli eventuali debiti dell’uno con i crediti di imposta dell’altro) e il conguaglio è immediato (il rimborso dei crediti oppure il pagamento delle imposte viene effettuato direttamente in busta paga, nella retribuzione di luglio per i lavoratori dipendenti, nel rateo di pensione di agosto o settembre per i pensionati).

E’ conveniente presentarlo anche per chiedere il rimborso nel caso in cui si siano pagate maggiori imposte (autonomamente o tramite il datore di lavoro); per ottenere deduzioni e detrazioni sulle spese sostenute: visite mediche, analisi, farmaci, assicurazioni, spese di ristrutturazione, interessi mutui…; o per ottenere detrazioni per familiari a carico non richieste al datore di lavoro).

Possono/devono presentarlo lavoratori a tempo indeterminato, a tempo determinato. E’ indispensabile però che abbiano un rapporto di lavoro tra giugno e luglio dell’anno in corso, con contratto CO.CO.CO. – CO.CO.PRO., pensionati, tutori che presentano la dichiarazione dei redditi per persone incapaci titolari di reddito (da lavoro dipendente, assimilato o pensioni), titolari di indennità sostitutive di reddito da lavoro dipendente (indennità di mobilità…), sacerdoti, titolari di cariche pubbliche elettive (parlamentari, consiglieri regionali…), giudici costituzionali, soggetti impegnati in lavori socialmente utili.

 

DOCUMENTAZIONE PER LA CONSEGNA DEL 730

DOCUMENTI-NECESSARI
- Documento d’identità valido del dichiarante e quello del coniuge
(se fa la dichiarazione dei redditi)
- Codice fiscale/tessera sanitaria (anche del coniuge e dei familiari a carico)
- 730/2011, UNICO/2011 o ultima dichiarazione presentata
- Dati completi dell’attuale datore di lavoro, se nel 2012 diverso dal precedente: denominazione, codice fiscale, indirizzo, telefono/fax/e-mail
- Sentenza di separazione per coniugi separati/divorziati con figli a carico

Documenti relativi ai redditi percepiti nel 2011
- Mod. CUD 2012 redditi di lavoro dipendente, pensione, collaborazioni, cassa edile…
- Mod. CUD 2012 INPS per redditi di cassa integrazione, mobilità, disoccupazione, ecc…
- Mod. CUD 2012 INAIL per redditi da infortunio
- Assegni periodici a seguito di separazione/divorzio (ricevute di pagamento, sentenza Tribunale)
- Assegni e/o certificati redditi di fonte estera, certificato annuale/cedolini mensili pensioni estere
- Certificati redditi percepiti da fallimenti o per borse di studio
- Certificati redditi da capitale (es. azioni)
- Certificati ritenuta d’acconto redditi di lavoro autonomo occasionale, diritti d’autore, associazione in partecipazione o altri redditi
- Dichiarazione presentata nel 2011 o CUD 2011 redditi 2010 (controllo requisito reddito 2010 per incrementi produttività)

Documenti relativi ad attestati di versamento
- Acconti IRPEF versati nel 2011 con F24
- Comunicazione dell’azienda relativa al mancato conguaglio del 730
(es. crediti non rimborsati o debiti non trattenuti)
- Mod. F24 se ci sono eccedenze compensate per pagare altre imposte
- Acconti cedolare secca versati nel 2011 con F24

Documenti relativi a fabbricati e terreni
- Visura catastale terreni e fabbricati
- Atti di acquisto/vendita per immobili acquistati/venduti nel 2011
- Dichiarazione di successione, domande di voltura per immobili ereditati
(in tale ipotesi serve anche la visura catastale)
- Contratto di locazione registrato (se in regime concordato Legge 431/98 art. 2 comma 3)
- Contratto di affitto terreni agricoli
- Convalida di sfratto per morosità.

Documenti relativi all’acquisto/ristrutturazione/costruzione dell’abitazione principale
- Copia contratto di mutuo, fattura del notaio relativa alla stipula dello stesso, imposte pagate, spese di istruttoria
- Copia contratto nuovo mutuo, se estinto il precedente, fattura notaio stipula nuovo mutuo, spese di istruttoria e altre spese inerenti il nuovo mutuo, certificazione rilasciata dalla banca capitale residuo mutuo precedente
- Copia atto di acquisto dell’immobile, relativi oneri accessori (costi di intermediazione, fattura notaio per l’atto d’acquisto, imposte pagate)
- Copia provvedimento amministrativo che autorizza la costruzione o la ristrutturazione, fatture e quietanze per le spese sostenute (opere di urbanizzazione, spese per professionisti, acquisto materiali…)
- Quietanze di pagamento degli interessi passivi e relativi oneri accessori e quote di rivalutazione
- Imposta ipotecaria, spese di istruttoria o eventuali penalità pagate per l’estinzione del mutuo
- Credito d’imposta riacquisto prima casa: atti notarili 1° immobile ceduto e 2° immobile acquistato.

Documenti relativi alle detrazioni 36-41% per interventi di ristrutturazione immobili e detrazione arredi
- Per le spese di ristrutturazione immobile di proprietà: fatture o ricevute fiscali (le fatture devono contenere il costo della manodopera); ricevute del bonifico bancario; ricevuta della raccomandata inviata al Centro Operativo di Pescara per la comunicazione di inizio lavori
- Per le spese di ristrutturazione del condominio: dichiarazione dell’amministratore o tutta la documentazione attestante le spese; tabella millesimale delle quote di proprietà dei condomini
- Per l’acquisto di box pertinenziale: oltre ai documenti precedenti, dichiarazione dei costi di costruzione
- Per lavori dal 14/05/2011: visura catastale, contratto di comodato gratuito o locazione (se comodatari o inquilini)
- Per l’acquisto di immobili ristrutturati: atto di acquisto nel quale risulti il diritto alla detrazione
- Per la detrazione arredi (solo rate successive al 2009): fatture e ricevute di pagamento del bene agevolabile

Documenti attestanti la ristrutturazione immobiliare (vedi paragrafi precedenti)

Documenti relativi alla detrazione 55% per riqualificazione energetica degli edifici
- Bonifico bancario e fattura attestante la spesa, asseverazione e attestato di certificazione o qualificazione energetica, ricevuta di trasmissione all’Enea; eventuale scheda allegato E/F; comunicazione A.E. per prosecuzione lavori.

Documenti relativi alle spese sostenute dagli inquilini
- Canoni locazione abitazione principale (durata 4 + 4): contratto di locazione registrato Legge 431/98 art. 2, comma 1, ovvero contratto di locazione anche se non fa riferimento alla Legge 431/98 purché rinnovato tacitamente con reddito complessivo fino a € 30.987,41
- Canoni locazione abitazione principale (durata 3 + 2): contratto di locazione registrato Legge 431/98 art. 2, comma 3, art. 4, comma 2 e 3 (regime convenzionato), con reddito complessivo fino a € 30.987,41
- Canoni locazione abitazione principale per lavoratore dipendente che trasferisce la residenza per motivi di lavoro: contratto di locazione registrato Legge 431/98 qualsiasi sia la tipologia del contratto con reddito complessivo fino a € 30.987,41
- Canoni locazione abitazione principale per giovani tra 20 e 30 anni: contratto di locazione registrato Legge 431/98 con reddito complessivo fino a € 15.493,70
- Canoni di locazione per gli studenti universitari fuori sede: contratto di locazione registrato e ricevute di pagamento canone. Lo studente deve essere iscritto ad un corso di laurea presso un’università ubicata in una provincia diversa da quella di residenza ed in un comune distante almeno 100 km.

Documenti relativi alle spese sostenute nel 2011
- Spese destinate alla pratica sportiva dei minori di età tra 5 e 18 anni: bollettino bancario o postale, fattura, ricevuta o quietanza di pagamento
- Spese mediche: ricevute, fatture, quietanze, ticket, prescrizione medica, dispositivi medici (scontrino fiscale con CF, descrizione dispositivo e marcatura CE)
- Spese per acquisto medicinali sia da banco sia con prescrizione medica: scontrino c.d. parlante contenente quantità, natura, nome del prodotto o codice AIC, codice fiscale, data e costo (per i medicinali acquistabili con ricetta medica non è necessario produrre copia della stessa)
- Acquisto o spese per veicolo destinato a portatore di handicap: ricevuta/fattura di pagamento (se rateizzata, anche se sostenuta in anni precedenti) e certificazione attestante invalidità o disabilità
- Spese mediche/assistenza per i portatori di handicap: fatture/ricevute comprovanti la spesa e certificazione attestante invalidità o disabilità
- Spese acquisto cani guida per non vedenti: ricevuta di pagamento (se rateizzata, anche se sostenuta in anni precedenti)
- Spese per istruzione, spese per asili nido, spese funebri, spese veterinarie: fatture, ricevute di pagamento
- Spese per assicurazioni vita, infortuni: attestato di pagamento del premio, polizza o attestato dell’assicurazione e contratto
- Spese previdenza complementare individuale: attestato di pagamento del premio e contratto stipulato con la società autorizzata a costituire il fondo
- Erogazioni liberali alle ONLUS, ONG, alle società di mutuo soccorso, alle società sportive dilettantistiche, ai partiti politici: ricevute di pagamento
- Contributi previdenziali obbligatori, facoltativi, CSSN su Rc Auto, colf e badanti: quietanza versamenti, delega F24, bollettino C/C postale
- Assegno periodico al coniuge separato/divorziato: codice fiscale del coniuge, ricevute di versamento, sentenza del tribunale
- Spese per soggetti non autosufficienti: ricevuta rilasciata dal soggetto che presta assistenza, certificato medico attestante la condizione di non autosufficienza
- Spese per interessi bancari mutui ipotecari: vedi paragrafo “documenti relativi a fabbricati e terreni”
- Anticipazioni fondi pensione: certificazione anticipazione erogata e comunicazione presentata al fondo
- Credito mediazioni: comunicazione ricevuta dal Ministero della Giustizia entro il 30 Maggio, modello F24